RSS Voci dal blog
  • Esperimento SEO
    L’arte del SEO è quella continua dello sperimentare. Eseguire confronti e vedere la reazione del nostro amatissimo/odiatissimo Google. Il fare è fondamentale ed in quest’ottica viene proposto un interessante esperimento http://www.pubblicitàmarketing.it/google-seo-posizionamento/ Inoltre  interessante questa risorsa  http://www.pubblicitàmarketing.it/seo-prima-lezione/Archiviato in:1
  • social marketing che fatica
    Condivido in pieno: lavorare sui social è faticoso ed impegnativo. Lasciare la traccia on line del proprio brand l’obiettivo, ma saper districarsi tra i vari social diventa un’arte http://simone-serni.blogspot.it/2014/12/lavorare-con-i-social-media-con.htmlArchiviato in:1
  • Non ci sono più scuse
    Oramai era nell’aria. Nel settore ne eravamo certi. Ora un’arma in più per il posizionamento nei motori di ricerca l’avranno i siti web responsive. Da quanto annunciato da Google uno dei fattori determinanti per il posizionamento dei siti web all’interno delle SERP sarà quello di adottare layout responsive. A pensarci bene tutto quanto  ha una […]
  • un nuovo esperimento su web agency Torino
    Una delle frasi chiave su cui puntiamo nell’indicizzazione nei motori di ricerca nel sito http://www.revolutionet.it è  web agency Torino . E’ vero che si può lavorare a distanza e quindi niente e nessuno ci impedirebbe di avere, gestire ed interloquiare con un cliente dall’altra parte del mondo, ma il sano contatto fisico nella nostra agenzia […]

Keyword long e short tail

Spesso chi gestisce un sito web focalizza la propria attività nel tentativo di ottenere il maggior numero di visite possibili. In questo modo il sito è raggiunto da una utenza indiscriminata che spesso cerca contenuti non presenti.
Questo si rivela un pessimo approccio che premia solo la quantità degli accessi e non la qualità ovvero farsi raggiungere da una utenza targettizzata veramente interessata ai nostri prodotti e servizi.

Le giuste chiavi sono in grado di veicolare un traffico targettizzato sul nostro sito attraverso i motori di ricerca.
Ma quali sono le giuste chiavi per il nostro sito?

Il primo approccio immediato è quello di focalizzarci sulle frasi chiave correlate in modo diretto con il nostro business, ad esempio se siamo proprietari di una concessionaria auto verrebbe spontaneo utilizzare concessionaria auto.
Spesso questo tipo di parole frasi chiave hanno un alto tasso di concorrenza e le prime posizioni per i motori di ricerca in questo caso sono ad appannaggio di siti concorrenti che hanno un posizionamento consolidato nel tempo.

Le parole chiave in questione vengono dette keyword short tail: sono frasi chiave molto corte in grado di veicolare sul sito web un alto numero di visitatori.
In genere l’utente che usa queste frasi nei motori di ricerca le usa per effettuare un primo giro di ricognizione generico per farsi un’idea e per capire come affinare la ricerca.

Quando l’utente affina la ricerca in genere allunga la frase chiave aggiungendo parole che dovrebbero fornire un elenco di siti web maggiormente corrispondenti con quello che stiamo cercando.
Ritornando al caso precedente potremmo aggiungere la casa automobilistica, la città e trasformare ad esempio la frase in concessionaria auto mercedes Torino.

Questo tipo di chiavi vengono dette keyword long tail: sono costituite da più parole, veicolano un numero inferiore di utenti sul nostro sito ma decisamente interessati alla ricerca di prodotti, servizi con quelle caratteristiche.

Per un nuovo sito è fondamentale iniziare ad essere ben posizionati nei motori di ricerca con keyword long tail.
Una scelta idonea di keyword long tail utilizzando il K.E.I. (keyword effectiveness index) ed anche tecniche di confronto concorrenza potrà veicolare sul nostro sito web un traffico di utenti interessati a quello che stiamo proponendo.

Attenzione a non esagerare!! Ritornando all’esempio precedente NON usiamo chiavi tipo “concessionaria auto mercedes milano” se il nostro business è a Torino: in questo caso avremo traffico ma anche un alto tasso di abbandono del nostro sito web cioè avremo sprecato fatica a posizionarci nelle SERP su frasi chiave inutili.